Newsletter - Download - Media - Lavora con noi - Formazione -

I grandi carnivori sono pericolosi per le persone?

E-mail Stampa PDF

Orso bruno - Foto di E. ForlaniI grandi carnivori, sebbene abbiano una mole ed una forza fisica sufficiente ad uccidere una persona, in condizioni normali sono animali schivi e timorosi, soprattutto nei confronti dell’uomo, che per secoli ha rappresentato il loro più grande pericolo.

Normalmente ne avvertono la presenza a distanza, anche grazie ad un olfatto e ad un udito particolarmente sviluppati, e si sottraggono per tempo all’incontro senza lasciare percepire la propria presenza.

L’avvistamento di un Lupo, di un Orso bruno o di una Lince è, dunque, una rara ed emozionante occasione che si concede a pochi fortunati. Nel caso si consiglia di rimanere a distanza a godersi questa meraviglia!

In ogni caso, si raccomanda di rispettare alcune regole ascrivibili al buon senso, utili a non spaventare gli animali osservati e a non correre rischi derivanti da una reciproca errata valutazione delle circostanze.

Se vi trovate a passeggiare in un territorio abitato da grandi carnivori…

... rispettate le necessità di tranquillità della fauna selvatica, senza forzare incontri, avvicinamenti o, peggio, inseguimenti
... conservate cibi e relativi avanzi in luoghi non raggiungibili da orsi e lupi
... non gettate avanzi di cibo vicino alle abitazioni o alle baite
... riportate gli avanzi di cibo a casa per smaltirli secondo le normali regole della raccolta differenziata. Non gettate avanzi commestibili nei cestini lungo i sentieri e tantomeno per terra nei boschi
... attraversando luoghi con vegetazione folta o comunque caratterizzati da una scarsa visibilità fate un po’ di rumore, in modo tale da non arrivare inavvertitamente a breve distanza dagli animali, spaventandoli
... non seguite le tracce di lupi, orsi e linci
... non servitevi di esche alimentari per osservare o fotografare i grandi carnivori
... tenete il vostro cane al guinzaglio
... non esplorate le tane
... divulgate queste basilari regole di buon senso

Se incontrate lupi, orsi o linci…

... godetevi a distanza questo raro spettacolo. Non avvicinatevi per nessuna ragione
... se l’animale si muove nella vostra direzione, probabilmente è perché per qualche ragione non ha ancora avvertito la vostra presenza. Parlate ad alta voce senza fare movimenti bruschi e indietreggiate senza voltarvi in modo da mantenere la distanza. Appena si accorgerà della vostra presenza il carnivoro scapperà nel folto del bosco
... se vi trovate improvvisamente a breve distanza da un Lupo, una Lince o un Orso bruno controllate le vostre emozioni. Rimanete calmi. Iniziate a parlare ad alta voce lasciando una via di fuga all’animale. Questo sarà sufficiente a far scappare lo sprovveduto predatore…
... se l’orso si alza sugli arti inferiori guardando nella vostra direzione annusando l'aria state tranquilli: non si tratta di un atteggiamento di minaccia nei vostri confronti, bensì di curiosità e imbarazzo. Fatevi notare e l’orso scapperà
... se incontrate cuccioli di grandi carnivori, soprattutto se di Orso bruno, non avvicinatevi e non toccateli per nessuna ragione. Non mettetevi mai tra i cuccioli e la madre o comunque i genitori o i componenti del branco. Questa è una rara occasione in cui si possono verificare comportamenti aggressivi finalizzati alla difesa della prole. Tornate con cautela sui vostri passi
... se osservate lupi o orsi particolarmente confidenti avvisare le autorità competenti

Se l’orso manifesta un atteggiamento aggressivo…

... probabilmente si sente minacciato, è stato spaventato e non ha trovato vie di fuga sicure, oppure vi trovate in prossimità di una preda o ci sono dei piccoli nelle immediate vicinanze o, ancora, è un animale ferito. L’atteggiamento aggressivo o i falsi attacchi sono finalizzati a spaventare il potenziale pericolo (in questo caso, voi) e normalmente non comportano il contatto fisico. Se questo dovesse avvenire, esperienze condotte in Nord America e in Europa Orientale suggeriscono di sdraiarsi a terra in posizione fetale, riparando la testa con le braccia. L’orso comprenderà che non costituite un pericolo e si allontanerà. Solo allora potrete tornare sui vostri passi.

Lupo - Foto di M. Frassine Lince - Foto di E. Forlani Orso - Foto di F. Osti Parco Nazionale dello Stelvio - Foto di L. Zamprogno Lupi - Foto di A. Zampatti