Newsletter - Download - Media - Lavora con noi - Formazione -

Sostenibilita' nella Natura Alpina

E-mail Stampa PDF

Logo Fiera della Sostenibilità nella Natura AlpinaAlpeggi, cani, orsi e pastori: alla ricerca di nuovi equilibri per salvaguardare, valorizzare e rilanciare le terre alte

Energie rinnovabili, natura, agricoltura e alpeggi, culture per la montagna: sono stati questi i principali argomenti che hanno caratterizzato la Prima Edizione della Fiera della Sostenibilità nella Natura Alpina organizzata dal Parco dell’Adamello e presentata lo scorso 12 luglio.

Una quattro giorni in Valsaviore (BS) che ha posto al centro le Alpi, come laboratorio per eccellenza in cui sperimentare il difficile equilibrio Uomo-Ambiente.

Alla manifestazione ha partecipato anche l’Associazione Uomo e Territorio PRO NATURA che ha presentato  nel seminario del 15 luglio a Cevo la strategia del Programma Alpino Uomo e Grandi Carnivori, promosso in collaborazione con la Federazione Nazionale Pro Natura.

Tra i partecipanti la Regione Lombardia, il Parco Naturale Adamello Brenta, il WWF, Legambiente e i rappresentanti degli allevatori e degli agricoltori.

 

Comunicare e informare le comunità locali e in particolar modo i target più sensibili (allevatori, cacciatori, amministratori) sono azioni imprescindibili e prioritarie affinché la presenza dell’Orso - e in futuro quella del Lupo - diventi un elemento di valorizzazione del territorio alpino e non venga più vissuta e promossa come fattore limitante per l’agricoltura di montagna ed il turismo.

Una realtà che già avviene in molti altri luoghi del Piante, dove la presenza del Lupo e dell’Orso richiamano milioni di turisti all’anno con tutto ciò che comporta per le economie locali, per la promozione del territorio e per la qualità della vita delle comunità locali.