Newsletter - Download - Media - Lavora con noi - Formazione -

Lascito testamentario

E-mail Stampa PDF

Una importante eredità per le future generazioni

La conservazione della natura non risponde solo ad una generica resposabilità etica di ogni generazione nei confronti della vita in generale, bensì concorre in misura importante a difendere condizioni di abitabilità del Pianeta e dunque la qualità della vita e la vita stessa sulla Terra.

Milioni di specie animali e vegetali, ma anche milioni di persone dipendono dalla nostra capacità di esprimere nuovi modelli sostenibili di gestione delle limitate risorse planetarie.

Inquinamento, cambiamenti climatici, trasformazioni dei suoli, distruzione e frammentazione degli habitat ed estinzione delle specie selvatiche minacciano la biodiversità ma anche i servizi ecosistemici (acqua, cibo, medicine, materie prime) che rendono straordinario ed abitabile questo piccolo Pianeta per milioni di specie, tra le quali la nostra.

Un lascito testamentario è allora un investimento straordinario nel futuro, per i bambini e per le generazioni che potranno crescere in un pianeta ancora abitabile.

Attraverso un lascito testamentario è possibile intestare a Uomo e Territorio Pro Natura:
•    una somma di denaro
•    un bene immobile (case, terreni o porzioni di essi)
•    un bene mobile

In ogni caso, si avrà sempre la certezza di trasmettere grandi valori alle future generazioni, attraverso il sostegno ad iniziative concrete.

Alcune informazioni di carattere generale:

Per poter lasciare parte dei propri beni a Uomo e Territorio PRO NATURA è necessario esprimere in modo chiaro le proprie volontà mediante un testamento, un atto cioè con il quale di dispone del proprio patrimonio a partire dal tempo in cui si sarà cessato di vivere.

L’atto potrà essere “olografo” o “pubblico”, a seconda del modo in cui è scritto.
Indipendentemente dalla modalità preferita, consigliamo sempre di farsi assistere da un notaio o da un legale specializzato, per comprendere bene le norme di legge che regolano le disposizioni testamentarie.

Che cos’è un testamento olografo?
Il testamento olografo è scritto interamente di proprio pugno dal disponente (testatore).
Affinché abbia validità legale, deve essere scritto su un foglio id carta semplice, avere una scrittura chiara e leggibile, riportare la data del giorno in cui viene redatto e la firma con nome e cognome del testatore.

Che cos’è un testamento pubblico?
Il testamento pubblico è un atto redatto da un notaio alla presenza di 2 testimoni, non compresi tra i parenti né tra i beneficiari. Il documento viene conservato negli atti del notaio e viene reso pubblico solo dopo il decesso del testatore.
Questa forma risulta essere certamente quella meno rischiosa e meno esposta a sottrazioni, smarrimenti e contestazioni.

La disposizione testamentaria, qualunque forma essa assuma, è in ogni momento revocabile o modificabile.

Le disposizioni testamentarie possono essere di due tipi: a titolo universale o particolare. Le prime nominano un erede, le seconde nominano il beneficiario di un legato.
È erede chi viene chiamato a succedere nell’universalità dei beni o in una quota di essi (ad esempio un terzo, la metà).
È legatario chi si vede attribuito un bene specifico o un complesso di beni.

Per saperne di più è possibile telefonare al numero 339.86.92.843 o scrivere a Uomo e Territorio PRO NATURA - Via Garibaldi 4 - 21047 Saronno (VA) oppure inviare una e-mail all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lupo - Foto di M. Frassine Po - Foto di M. Canziani Foreste del Ticino - Foto di M. Canziani Capanne di Carrega - Foto di M. Canziani